Archivio mensile:Settembre 2014

Come ti simulo una tastiera con Arduino

Da qualche tempo mi diletto a rivivere il passato dei giochi, quelli per intenderci che spopolavano le sale giochi e/o che giravano sui vecchissimi (ma divertentissimi) commodore 64, amiga, zx spectrum, ecc.

Innanzitutto un po’ di spiegazioni, prima di arrivare al punto in cui ci servirà fare uso del nostro fidato arduino.

Cercando in giro si trova davvero di tutto. Esistono emulatori che permettono di emulare singole piattaforme, come n64, commodore 64, ecc. Ne esistono altri, invece, e di questi parlerò in questo articolo, che non emulano nessuna piattaforma in particolare, come MAME.

Dopo aver provato i vari retropie, pimame, su raspberry, con scarsi risultati, devo dire, mi sono concentrato su quello che potevo far girare sul mio Android, un Samsung s3 di oltre due anni fa.

Quello che ho trovato più interessante, tra i vari disponibili sullo store, è Mame4droid.

Di questo ne esistono due versioni, che possono essere installate entrambe contemporaneamente. La prima si chiama Mame4droid 0.37b5 e la seconda Mame4droid 0.139.

Visto che ci ho messo un po’ a capire la differenza ve la riporto: la prima permette di far girare giochi le cui rom hanno il numero di versione 0.37b5 (veramente io ho utilizzato le 0.37b11), la seconda vi obbliga a cercare qualcosa con il numero di versione 0.139.

Vi domanderete: embè ? Che me ne faccio ?

Per far girare qualcosa all’interno di un emulatore è necessario procurarsi le cosiddette roms. Sono dei piccoli (a volte) file compressi che contengono una copia binaria fedele al gioco originale, in formato leggibile dall’emulatore, che qualcuno si è preso la briga di creare per voi.

Tralasciando il discorso che, ovviamente, scaricare queste rom equivale a commettere un “piccolo” reato, in rete si trovano archivi enormi di questi giochi, alcune volte già pronti per essere solo installati. L’importante è avere un po’ di pazienza e cercare solo quello che vi serve (ricordate la versione). Oppure vi create la vostra bella copia di una rom partendo da un gioco già in vostro possesso…

Una volta che avrete il vostro nuovo archivio di roms su PC, queste vanno caricate nella flash di android.

Allora, per la versione 0.37b5, vanno caricate nella directory /sdcard/ROMS/MAME4ALL/roms, mentre per la versione 0.139 vanno caricate sotto /sdcard/ROMS/MAME/roms. Non sbagliate, altrimenti l’emulatore non le troverà mai.

Se ritenete di avere copiato il file nella posizione giusta ma l’emulatore non vi trova ancora nulla, allora vuol dire che non avete caricato la versione del file corretta, come spiegato sopra. Cercate altrove.

Quello che dovreste vedere quando avviate l’applicazione è qualcosa del genere:

immagine Mame4droid0.139

immagine Mame4droid0.139

A tra poco per il proseguimento… Continua a leggere

LAVORETTI CON I ROTOLI DELLA CARTA IGIENICA

Sono tantissime le cose che si possono creare riutilizzando i rotoli della carta igienica o altro cartone: bastano qualche colore a tempera, colla, forbici e un po’ di fantasia. Ecco ad esempio il robot che ha costruito e colorato Marco.

DSCN1922

Poi si può sempre prendere spunto dalla rete per realizzare simpatici animaletti o giocattolini.

BRUCO PORTAMATITE: colorate 5/6 rotoli di verde ed incollateli fra loro; ritagliate un cerchio da un foglio di carta verde su cui disegnerete occhi e bocca; incollate due pezzi di cannucce colorate a mo’ di antenne ed infine incollate la testa del bruco così ottenuta al promo rotolo. Et voilà, il gioco è fatto!

WP_20140914_017

BABBO NATALE PORTADOLCETTI: colorate di rosso il rotolo, col nero realizzate poi la cintura; per disegnare la fibbia io ho utilizzato la colla glitter dorata, ma potete anche incollare un quadratino di carta gialla. Da carta o stoffa rosa ritagliate un cerchio su cui disegnerete occhi  e bocca; utilizzate un po’ di cotone per la barba e i capelli. Infine con un foglio di carta rossa realizzate un cono su cui applicherete una pallina di cotone per fare il cappello. Ecco i portadolcetti che abbiamo regalato ai nostri amici.

DSCN2026

AUTOMOBILINE: colorate i rotoli di carta igienica, aprite una finestrella nel centro del rotolo, ripiegate un lembo verso l’alto (sarà il finestrino) e l’altro verso il basso (sarà lo schienale del sedile). Ritagliate quattro cerchi di cartoncino e colorateli di nero, poi fissateli al rotolo con dei fermacampioni, a simulare le ruote. Ecco il risultato.DSCN1966

Abbiamo poi provato anche a realizzare un GARAGE; il nostro risultato è stato un po’ rudimentale, perché i bambini avevano troppa fretta di giocarci (comunque ha funzionato ugualmente), ma in rete si trovano esempi spettacolari:

GARAGE 1

GARAGE 2

GARAGE 3

Non vi resta che scegliere l’idea che più vi piace o tuffarvi in rete e cercarne altre. Segnalatemi quelle che preferite!

 

 

HALLOWEEN SI AVVICINA!

Oggi passando davanti alla vetrina di un negozio di giocattoli ho visto già esposti costumi e decorazioni per Halloween. Anche se mi sembra ancora un po’ presto, ho colto l’occasione per cominciare a cercare in rete nuove idee  per quest’anno. Sono indecisa tra il travestimento da zombie e mummia… vi aggiornerò in merito.

Intanto vi racconto quello che abbiamo realizzato per gli scorsi.

  • TRAVESTIMENTI 

Partiamo dal presupposto che io ho bisogno di idee semplici e la cui realizzazione non necessiti di ago e filo (o perlomeno che il loro utilizzo sia ridotto al minimo indispensabile!).

2011DSCN1047FRANKENSTEIN

Ho semplicemente scaricato la maschera dal sito filastrocche.it

2012

DSCN1947

VAMPIRO

Alla maschera da vampiro ho aggiunto un mantello realizzato utilizzando due t-shirt dismesse del babbo (una nera ed una rossa, che era già stata trasformata in precedenza in un mantello da supereroe) e cucito con l’aiuto della nonna.

 

2013

DSCN2306

SCHELETRO

Per la realizzazione del costume da scheletro ho preso spunto da qui. (Io le ossa le ho stampate da Internet, cercando lo scheletro umano, ritagliate, plastificate ed incollate con la colla a caldo).

  • LAVORETTI E DECORAZIONI

Ecco le nostre versioni dell’immancabile zucca

DSCN1036

DSCN1961

DSCN1962

un festone a tema

DSCN1953

DSCN1954

il pipistrello realizzato con un rotolo di carta igienica e del feltro

WP_20140914_005

Aggiungo anche un paio di lavoretti che i bimbi hanno fatto all’asilo:

la strega con la testa piena di pop corn

DSCN1950

e lo scheletro con i bastoncini per pulire le orecchie

DSCN2308

DSCN2309

  • HALLOWEEN A TAVOLA

In rete si trovano idee pazzesche per la cena di Halloween, dalle DITA di STREGA al CERVELLO DI PANNA COTTA….

Io mi sono cimentata in alcune, scegliendo quelle che mi sembravano più semplici da realizzare e, soprattutto, che i bambini non avrebbero liquidato con il rituale “che schifo!”.

Ed ecco le nostre creazioni (non ho seguito le ricette alla lettera, le ho variate a seconda dei nostri gusti e necessità):

BISCOTTI TESCHIO

DSCN1956

DSCN1957

PIZZETTE MUMMIA

DSCN1960

WURSTEL MUMMIA

DSCN1959

ANEDDOTO: anni addietro preparavo una decorazione come questa (la foto non è mia)pizza-ragnoper la pizza di Halloween e sono riuscita a fare fesso mio marito, che ha letteralmente preso un colpo, scambiandolo per un ragno vero.

Spero che queste foto possano esservi da spunto per le vostre realizzazioni… mostruose!! Buona Halloween a tutti!

 

 

MEMORY DEI SUPEREROI

Un’idea può essere riciclata in diversi modi e quindi, utilizzando le stesse immagini della mia TOMBOLA DEI SUPEREROI, ho creato anche questo memory.

Stampate il file in duplice copia e ritagliate le varie tesserine (come per la tombola vi consiglio di incollare il foglio su un cartoncino e se possibile plastificarlo con la carta adesiva) e cominciate a giocare.

Le carte sono parecchie, quindi magari per i bimbi più piccoli è meglio utilizzarne solo una parte (ovviamente scegliete i loro supereroi preferiti!).

TOMBOLA DEI SUPEREROI

TABELLONE TOMBOLA

Il fatto di avere due figli maschi comporta la necessità di sorbirsi le storie di tutti i supereroi possibili ed immaginabili. Con l’ausilio di giornalini, libri, album da colorare e “staccattacca”,  sono diventata un’esperta conoscitrice di Spider-Man, Avengers e compagnia bella… per non parlare dei rispettivi nemici!!!!

Da questa passione di Marco e di Mattia è nata l’idea di creare una TOMBOLA speciale. Ho unito l’utile al dilettevole, perché giocandoci può essere utilizzata anche per far imparare le lettere dell’alfabeto ai bambini.

Ecco i file per scaricare e stampare il tabellone e le cartelle (vi consiglio di incollare poi i fogli su un cartoncino e, se avete tempo, plastificarli con la carta adesiva).

Ora non vi resta che ritagliare le cartelle, munirvi di fagioli e cominciare a giocare. Buon divertimento!

LA FAVOLA DI TARTARUGA E TARTARIGA

C’era una volta una tartaruga di nome TARTARUGA che viveva nel paese di LONTANO LONTANO.

I suoi migliori amici erano LEONE BEONE, LEONESSA TESSA, ELEFANTE GIGANTE,GIRAFFA RAFFA e CIPPO CIPPO. Però TARTARUGA era l’unico esemplare della sua specie e per questo un bel giorno decise di fare le valigie e partire per un viaggio intorno al mondo alla ricerca di altre tartarughe come lui. Salutò i suoi amici e s’incamminò.

Immagine4

E cammina, cammina, cammina… aveva visitato mezzo mondo quando si ritrovò ai piedi di una montagna alta alta; decise che doveva riuscire a scalarla.

Cammina, cammina, cammina, finalmente raggiunse la cima, ma era talmente stanco che dovette subito sedersi su una panca che trovò lì vicino. Era tanto stanco che si addormentò…

Ma sapete cosa fa TARTARUGA quando dorme? Russa!!! E russava così forte che tutti gli abitanti del paese della PANCA si svegliarono e corsero fuori dalle loro case per vedere cosa fosse quel rumore.

Nel paese della PANCA abitavano tanti animali: pinguini, galline, elefanti, rinoceronti, foche, pesciolini, cani, struzzi, scoiattoli e maiali, ma soprattutto ci abitava una bellissima tartaruga di nome Tartariga.

Appena vide TARTARUGA gli si avvicinò e lui sentendosi osservato si svegliò. “Come ti chiami?” – gli chiese TARTARIGA. “Io mi chiamo TARTARUGA, e tu?” “Mi chiamo TARTARIGA. E da dove vieni?” “Vengo dal paese di LONTANO LONTANO.” “E dov’è il paese di LONTANO LONTANO?” “Ah!!! Si trova a milioni di chilometri da qui, perché io per arrivare ho girato mezzo mondo, e ho camminato, camminato, camminato….. E finalmente sono riuscito a trovare un’altra tartaruga come me…. Ti piacerebbe continuare il giro intorno al mondo assieme e a me?”

TARTARIGA era molto allettata all’idea di un giro del mondo, però… “oh, mi piacerebbe sì…” – disse- ”ma mi dispiace lasciare tutti i miei amici!!!”  “Non ti devi preoccupare, perché torneremo a trovarli presto!” le assicurò tartaruga.

Allora TARTARIGA decise di fare fagotto e, anche se con le lacrime agli occhi, di salutare tutti gli abitanti del paese   della panca. E partirono…. Cammina, cammina, cammina viaggiarono per un sacco di tempo e finirono il giro del mondo.

Immagine1

Poi un giorno, finalmente, tornarono al paese di LONTANO LONTANO. Appena li videro, LEONE BEONE, LEONESSA TESSA, ELEFANTE GIGANTE, GIRAFFA RAFFA e CIPPO CIPPO, corsero loro incontro e tempestarono TARTARUGA di domande: “Ciao TARTARUGA, come stai? Com’è andato il tuo giro intorno al mondo? E chi è questa bella tartaruga che hai portato con te?” “Il giro del modo è stato bellissimo, io sto molto bene e nel paese della PANCA ho incontrato TARTARIGA, che mi ha accompagnato nel mio viaggio. Ci siamo conosciuti ed innamorati, ed abbiamo deciso di sposarci e venire ad abitare qui nel paese di LONTANO LONTANO.”

“Oh, come siamo contenti!!” – risposero gli amici di TARTARUGA- ”Allora noi organizzeremo una bellissima festa di matrimonio. Benvenuta TARTARIGA!!!” “E così fecero. Organizzarono una splendida festa, con tanti invitati, tra cui gli abitanti del paese della PANCA, e una buonissima torta.

Immagine3

Così TARTARUGA e TARTARIGA si sposarono e vissero sempre felici e contenti.

Ebbero tanti tartarughini che portavano spesso nel paese della PANCA a trovare gli amici della mamma.

Uno di questi tartarughini lo troviamo sull’arca di Noè che è disegnata sul lettino di Marco.

Eccone una versione illustrata che potete stampare per creare un libricino

TARTARUGA E TARTARIGA

COMPLEANNO GIURASSICO

Marco per il suo sesto compleanno ha scelto i dinosauri come tema per la sua festa con gli amici. Ovviamente mi sono subito “buttata” in rete per cercare idee e ne ho trovate di grandiose, purtroppo molte delle quali difficili da realizzare durante un compleanno in casa (Marco è nato a febbraio). Ecco alcuni spunti che vi potrebbero essere utili se avete la fortuna di poter organizzare una festa in giardino o magari al parco!

Scoviamo il Dinosauro: Nascondete i dinosauri in un recinto per la sabbia, in uova di plastica o così come sono. Fate scavare i bambini alla ricerca dei dinosauri e mettete da parte quello che trovano.

Tantissime le idee per decorare la location: c’è chi comincia dalle orme di dinosauro a chi riesce a riprodurne uno completo di vegetazione circostante…. Non ho tutto questo tempo, mi dico! Mi sono limitata ad utilizzare una tovaglia verde con piatti e bicchieri coordinati, piazzando sulla tavola qualche dinosauro giocattolo (in casa non mancano) e anche dei dinosauri di gesso che avevamo realizzato io e i bimbi tempo fa con un kit della SES (tutto può sempre tornare utile, giusto?). Abbiamo poi preparato dei segna bicchieri con disegni di dinosauro colorati dai bimbi e i panini avevano bandierine in tema.

DSCN2370

DSCN2371

Ho preparato una crostata a forma di dinosauro: ho scaricato un disegno, l’ho riprodotto su carta forno e , armandomi di pazienza, ho ritagliato la base e i vari particolari dall’impasto e poi assemblato il tutto… Et voilà, ecco il risultato!

DSCN2369

La torta era un semplice rotolo alla Nutella decorato con Smarties e dinosauri di pasta di zucchero realizzati seguendo questi tutorial:

https://www.youtube.com/watch?v=43HnpeHppNE

https://www.youtube.com/watch?v=RylfKuZqAH0DSCN2373 DSCN2375

Avevo ideato anche qualche gioco, ma in realtà non sono riuscita a coinvolgere i bambini… Hanno preferito rincorrersi per la casa e tirare fuori tutti (e dico tutti) i giocattoli a loro disposizione! Però almeno mi sono serviti a passare qualche pomeriggio diverso assieme a Marco e Mattia coinvolgendoli nella loro preparazione.

Bowling giurassico

Infila la mano nella bocca del dinosauro

Infine come regalino di ringraziamento agli invitati avevo preparato dei sacchettini di caramelle chiusi con un origami a forma di dinosauro facilmente realizzabile seguendo le indicazioni del libro Dinosauri di Carta

dino

Se vi è venuta voglia di provare ad organizzare una festa giurassica vi assicuro che sarà divertente anche se ci sarà da impegnarsi un po’ e vi ricordo che internet è una miniera di idee. Ecco alcuni siti utili:

http://www.fisher-price.com/it_IT/GamesAndActivities/BirthdayParty/dinosaur.html#sthash.ELzNqXIJ.dpuf

http://www.sottocoperta.net/bambini/giochi/dinosauri_lavoretti.asp

http://inventagiochi.blogspot.com/